Miele di Acacia

Nel periodo primaverile, attorno a maggio, gli alberi di acacia (nome scientifico, Robinia Pseudoacacia L.), si ricoprono di fiori bianchi da cui le api possono ricavare un miele abbondante e pregiato. Il periodo di fioritura è caratterizzato da tempo instabile: un temporale violento può spogliare i rami dei fiori, mentre anche una semplice pioggia primaverile potrebbe tenere le api lontane dal loro nettare. Per questo motivo, produrre miele di acacia è sempre rischioso e difficile e occorre scegliere con cura i luoghi dove la pianta sta per fiorire. L’apicoltore deve confidare anche in una buona dose d’intuito e di fortuna. In annate produttive così difficili come questa, abbiamo deciso di garantire l’alta qualità di questo prodotto, di origine ungherese, sempre controllato e di filiera: una filiera che, negli anni, ha superato i confini dell’Italia e ha incluso anche soci apicoltori europei, selezionati e qualificati.

Per saperne di più sull’origine di questo miele, guarda il nostro fotoracconto !

Trovi questo prodotto presso:

Il suo stato liquido e la delicatezza del sapore lo rendono un dolcificante ideale, facilmente utilizzabile nelle bevande e negli alimenti, anche a basse temperature, perché non ne altera il sapore. E’ ideale in abbinamento ai formaggi freschi o erborinati, ad esempio la ricotta. Ottimo per i più piccoli, dal primo anno di vita è consigliato in aggiunta al latte.

Zona di produzione: Emilia Romagna e Toscana
Colore: Trasparente, quasi cristallino, il più chiaro in assoluto.
Cristallizzazione: Non cristallizza quindi è sempre liquido, setoso.
Odore: Profumo gradevole, delicato, quasi impercettibile, leggermente floreale. Può ricordare i fiori e un leggero sentore di bacca di vaniglia.
Sapore: Gusto delicato, rispondente all’odore, leggermente confettato, con echi di vaniglia.