Polline fresco

Formato

Formato

Tra i prodotti dell’alveare, il polline è quello più equilibrato nelle sue componenti ed è molto ricco di sostanze nutrienti utili per l’organismo. Per questo è considerato da molti un alimento completo. 

A cosa serve il polline? Sono oltre 50 gli elementi scoperti dalle analisi di laboratorio: vitamine, minerali, carboidrati, enzimi, coenzimi, zuccheri, lipidi, lieviti. In particolare, il polline ha un elevato contenuto di proteine di origine vegetale e vi si trovano i più importanti amminoacidi essenziali: sostanze per noi indispensabili, ma che l’organismo non è in grado di produrre autonomamente e che sono assimilati solo attraverso il cibo. 

Tuttora oggetto di studio, per la complessità della sua composizione e per approfondire le innumerevoli proprietà che gli vengono attribuite, proprio per il suo apporto proteico, il polline è considerato un eccellente alimento, soprattutto per chi segue diete vegetariane e povere di proteine.

Le analisi di laboratorio mostrano infatti che in 100 grammi di polline sono contenuti circa 20 grammi di proteine. Una quantità elevata se si pensa che, a parità di peso, spigola e merluzzo contengono rispettivamente 16,50 e 15,6 grammi di proteine e un filetto di bovino adulto ne contiene 20,5 grammi.

Tra i prodotti dell’alveare, il polline è quello più equilibrato nelle sue componenti ed è molto ricco di sostanze nutrienti utili per l’organismo. Per questo è considerato da molti un alimento completo. 

A cosa serve il polline? Sono oltre 50 gli elementi scoperti dalle analisi di laboratorio: vitamine, minerali, carboidrati, enzimi, coenzimi, zuccheri, lipidi, lieviti. In particolare, il polline ha un elevato contenuto di proteine di origine vegetale e vi si trovano i più importanti amminoacidi essenziali: sostanze per noi indispensabili, ma che l’organismo non è in grado di produrre autonomamente e che sono assimilati solo attraverso il cibo. 

Tuttora oggetto di studio, per la complessità della sua composizione e per approfondire le innumerevoli proprietà che gli vengono attribuite, proprio per il suo apporto proteico, il polline è considerato un eccellente alimento, soprattutto per chi segue diete vegetariane e povere di proteine.

Le analisi di laboratorio mostrano infatti che in 100 grammi di polline sono contenuti circa 20 grammi di proteine. Una quantità elevata se si pensa che, a parità di peso, spigola e merluzzo contengono rispettivamente 16,50 e 15,6 grammi di proteine e un filetto di bovino adulto ne contiene 20,5 grammi.

 

Acquista il prodotto

Cuor di Miele è un marchio di CONAPI dedicato ai negozi NaturaSì


Deprecated: Il file Elementor\Scheme_Typography è deprecato dalla versione 2.8.0! Utilizza al suo posto Elementor\Core\Schemes\Typography. in /var/www/vhosts/cuordimiele.it/httpdocs/wp-includes/functions.php on line 5569

Il polline può essere consumato al naturale, sciolto in bocca e si consiglia di assumerne, preferibilmente a colazione, circa 10g. Lo si può consumare anche in acqua, succhi di frutta, tè o infusi, meglio se tiepidi.

Il polline è ideale se usato come “topping” per aromatizzare yogurt e gelati. Può essere impiegato anche in cucina nella realizzazione di biscotti, tortine, muffin, secondi piatti e insalate.

Caratteristiche e proprietà del polline

Zona di produzione: Italia.

Colore: Le caratteristiche del polline dipendono dai fiori di origine visitati dalle api. Ecco perché, ad esempio, il colore dei granelli può essere variabile: dal bianco, al nero, generalmente giallo, arancione o verde chiaro da nocciola a marrone, con tonalità grigio-verdi e ambrate.

Odore: Il profumo è dolce e aromatico, con note floreali e vegetali che ricordano il miele appena raccolto e racchiudono i diversi profumi dei fiori di prato.

Sapore: La consistenza del prodotto fresco è morbida e malleabile e il sapore è intenso, dolce e decisamente floreale. Il polline asciugato ha una consistenza meno morbida e un aroma vegetale.

Vaschetta, peso: 120g

VALORI NUTRIZIONALI PER 100G

Energia356 kcal; 1510 kJ

Grassi

Di cui acidi grassi saturi

5g

0,3g

Carboidrati

Di cui zuccheri

61g

23g

Proteine25g
Sale0,01g

ico_menu.png

Il polline può essere consumato al naturale, sciolto in bocca e si consiglia di assumerne, preferibilmente a colazione, circa 10g. Lo si può consumare anche in acqua, succhi di frutta, tè o infusi, meglio se tiepidi.

Il polline è ideale se usato come “topping” per aromatizzare yogurt e gelati. Può essere impiegato anche in cucina nella realizzazione di biscotti, tortine, muffin, secondi piatti e insalate.

Caratteristiche e proprietà del polline

Zona di produzione: Italia
Colore: Le caratteristiche del polline dipendono dai fiori di origine visitati dalle api da miele. Ecco perché, ad esempio, il colore dei granelli può essere variabile: dal bianco, al nero, generalmente giallo, arancione o verde chiaro da nocciola a marrone, con tonalità grigio-verdi e ambrate
Odore: Il profumo è dolce e aromatico, con note floreali e vegetali che ricordano il miele appena raccolto e racchiudono i diversi profumi dei fiori di prato
Sapore: La consistenza del prodotto fresco è morbida e malleabile e il sapore è intenso, dolce e decisamente floreale. Il polline asciugato ha una consistenza meno morbida e un aroma vegetale
Vascgetta, peso: 120g

VALORI NUTRIZIONALI PER 100G

Energia 356 kcal; 1510 kJ

Grassi

Di cui acidi grassi saturi

5g

0,3g

Carboidrati

Di cui zuccheri

61g

23g

Proteine 25g
Sale 0,01g

Scopri anche